Archivio per gennaio, 2010

Annunci

C’è poco da ridere

Pubblicato: 29/01/2010 in Uncategorized


Per il 27 Gennaio 2010 questo blog osserverà un giorno di silenzio
nel rispetto del Giorno della Memoria.

Beppe Grillo ad Annozero

Pubblicato: 24/01/2010 in Uncategorized


La seconda parte dell’intervista è quì


Sul percorso stradale fra Sesto Ulteriano (San Giuliano M.se) e Locate di Triulzi.

Dolomiti…

Pubblicato: 20/01/2010 in Uncategorized

Non c’è piu religione…

Pubblicato: 18/01/2010 in Uncategorized

Dopo aver letto l’articolo apparso su “la Repubblica” – on line di, sabato 16 gennaio 2010 a firma di Salvo Intravaia e riguardante l’aumento economico in busta paga, che sarà elargito agli insegnanti di religione della scuola pubblica italiana con lo stipendio del prossimo mese di maggio, ho avuto piu di un motivo per essere indignato, anche perché, memore di esperienza quotidiana  nell’avere a che fare con qualche insegnante di questa materia, agevolata dagli ultimi accordi fra Stato e santa Sede, con quell’illustre statista che viene ricordato in questi giorni, perché morto latitante, ad Hammamet. Senza voler fare un trattato politico ma, semplicemente esprimere questo sdegno di cui sopra, penso prevalentemente a quella povera insegnante di religione, sovraccaricata di impegni da non riuscire quasi a starci dietro, a scapito di chi vi deve invece avere a che fare, quanti  impegni o incarichi, remunerati fra progetti e quant’altro e che si manifestano con:
L
’incarico di rappresentante dei lavoratori nella RSU della scuola (Liceo).

L’incarico come referente per il POF (Piano Offerta Formativa)
L’incarico come referente della Qualità, la piu grande bufala mai inventata negli ultimi decenni nella scuola pubblica italiana,
L‘incarico come coreferente, per l’organizzazione delle gite scolastiche e quant’altro.
L’incarico come responsabile per la Sicurezza ex 626. (si auspica, sui suoi contatti particolari con l’altissimo)
Forse me ne sfuggono altri ma, non  mi è sfuggito di notare, in uno dei recenti pomeriggi a scuola,il suo sollecitare i suoi colleghi impegnati nella riunione per lo scrutinio di classe ad essere sbrigativi, perché c’era la neve e  lei aveva problemi di orari con i bus, per ritornare a casa e, ci credo, dopo così tanti impegni, manca solo la candidatura al premio Stakanov.

Quì ripropongo l’articolo del 16 Gennaio 2010 di Repubblica

Buona domenica…

Pubblicato: 17/01/2010 in Uncategorized