Archivio per febbraio, 2012

Annunci

A 20 ANNI DA MANI PULITE

Pubblicato: 21/02/2012 in Uncategorized

“TANGENTOPOLI, UNA STORIA ITALIANA”

“Memoradio è il percorso sonoro che ogni settimana Radio3 dedica alla storia, alla memoria e alle voci del presente e del passato. Un itinerario monografico su eventi e personaggi che hanno fatto la storia e la cultura del nostro paese. Un viaggio nel tempo per i naviganti del web attraverso l’inesauribile patrimonio dell’Archivio di radio rai: Interviste storiche,brani da celebri trasmissioni, frammenti dai giornali radio d’epoca, radiodrammi, documentari radiofonici.” 

Nella colonna a destra il link  per ascoltare la trasmissione radiofonica:

A 20 ANNI DA MANI PULITE”
ESERCIZI DI MEMORIA
RADIOTRE 

In questi giorni di ricordi e retrospettive soggettive, sugli anni di Mani Pulite, mi piace poter conservare qualche parola, come Cittadino, semplicemente come Cittadino italiano che, da quelle giornate particolari, di sommovimento e di sputtanamento di una classe dirigente politica e imprenditoriale, insieme a molti altri Cittadini italiani, sperava nell’inizio di un cambiamento in questo nostro Bel paese chiamato Italia.

Un cambiamento che, certamente vi è stato ma, come nel bel film di Luchino Visconti “ il Gattopardo ” dal libro di Giuseppe Tommasi di Lampedusa, il panorama di chi intende la politica come metodo per sviluppare le proprie carriere e campare di questa, hanno invece dimostrato di amalgamarsi nel pantano in maniera che trionfasse quella logica del fingere di cambiare tutto per non cambiare nulla. Una grande occasione persa, e una grande distrazione nel far giungere nelle stanze di comando chi voleva un paese leggero e furbo, dove la logica della furbizia, avesse il superamento della cultura della legalità. Non aggiungo molto per ora a questo post personale, se non lasciare un fotogramma di quelle fantastiche giornate in corso di porta Vittoria a Milano dove davvero sembrava di vivere una rivoluzione, mentre oggi, con l’avvento dei tecnici al governo, forse una piccola ri-involuzione vi è stata e si è attuata senza grandi sommovimeti ma sempre per responsabilità di una classe politica corrotta e inaffidabile senza molte distinzioni d’etichetta.

I vent’anni da Mani Pulite sono prorpio in queste giornate e,  per ricordarle, raccontate dai protagonisti, parteciperò da Cittadino Italiano, all’incontro pubblico di venerdì al Teatro Elfo – Puccini, di Corso Buenos Aires a Milano, dove con Antonio Di Pietro, fra gli altri, interverranno Marco Travaglio e Gianni Barbacetto, Giornalisti.

Vorrei – Francesco Guccini

Pubblicato: 12/02/2012 in Uncategorized

Ci sono ritornato in una sera d’estate in quel luogo, a distanza di trent’anni circa, mi ha fatto davvero molta impressione, ritornare sotto quei capannoni oramai ridotti a scheletri metallici, con i lucernari in alto, rotti dalle innumerevoli sassate che in molti si saranno divertiti a lanciare forse per gustarsi poi, l’effetto dei vetri che si frantumavano al suolo. In quegli anni, in quel luogo, quando parlavi con qualcuno dovevi quasi urlare per farti ascoltare, in mezzo a quei rumori degli strumenti del lavoro, gli avvitatori elettrici, il rullo della catenza di montaggio che, con quella lentezza impressionante, aveva la forza di stressarti per la potenza nel suo controllo del tuo tempo dove dovevi essere pronto, per ripetere lo stesso lavoro, sullla vettura che stava arrivando alla tua stazione di lavoro, lenta ma inesorabilmente in movimento per tutte quelle ore che, dovevo trascorrere sotto quelle vetrate dei lucernari, fosse stato solo il mese d’aprile o quello di luglio, così come per mese di dicembre. Le tante voci che si perdevano ed il forte ululato della sirenza a cadenzare i tempi per le pause, per andare in mensa, tutti in fila indiana, con il vassoio fra le mani e il rito del pasto che diventava solo abitudine, come tutte le abitudini che in fabbrica eri costretto ad adottare e, ad ascoltare i soliti discorsi monotoni da lunedì a lunedì, sulle partite della domenica appena trascorsa che, accompagnava i pensieri leggeri di chi non voleva pensare ad altro o forse. semplicemente, non voleva pensare a nulla.
E. D’O. 

Vivere – Vasco Rossi

Pubblicato: 07/02/2012 in Uncategorized

Wislawa Szymborska

Pubblicato: 03/02/2012 in Uncategorized

UN RICORDO

Stavamo chiacchierando,
siamo ammutoliti d’improvviso.
Sulla terrazza appare una ragazza,
ah, bella,
troppo bella
per il nostro tranquillo soggiorno.

Basia ha sbirciato in preda al panico il marito.
Krystyna ha posato d’istinto la sua mano
su quella di Zbyszek.
Io ho pensato: ti telefonerò,
ti dirò – non venire ancora,
è prevista pioggia per qualche giorno.

Solo Agnieszka, una vedova,
ha accolto la bella con un sorriso.

(da Attimo, 2002)

[Le traduzioni sono di Pietro Marchesani]